Vivo a Padova, dove lavoro come psicologa e psicoterapeuta, principalmente nell’ambito della psicologia clinica e di comunità. Ho iniziato lo studio della fotografia come espressione personale e come strumento di ricerca nel campo delle relazioni umane. Dopo alcuni anni di sperimentazione nel campo della street photography e della fotografia di viaggio, nel 2013 ho iniziato lo studio della fotografia documentaria e dell’antropologia visuale presso IRFOSS di Padova, proseguendo poi il percorso formativo frequentando diversi workshops sullo storytelling fotografico e la fotografia sociale. Ultimamente sono impegnata in diversi progetti nel campo dell’inchiesta sociale, con particolare attenzione al fenomeno migratorio in Italia ed in Europa. Ho documentato in particolare gli insediamenti informali lungo le rotte migratorie in Europa, realizzando reportage a Calais, Atene, Padova. Ho pubblicato su diverse riviste online quali Positive Magazine, Witness Journal, SDN Socialdocumentary Network, Melting Pot Europe, The Post Internazionale. Il reportage "Women of Srebrenica" è stato selezionato per l'edizione 2016 della rassegna “Mediterraneo: fotografie tra terre e mare” nella sezione "Sguardi di donne sulle donne del mediterraneo", mentre il reportage su "La Casa dei diritti Don Gallo" è stato selezionato nella sezione "Reportage" per l'edizione 2017 della stessa rassegna. I miei lavori sono stati esposti in diverse città italiane quali Torino, Roma, Napoli, Udine, Bassano del Grappa, Padova, Milano.

I live in Padua, I work as a psychologist and psychotherapist, mainly in the field of clinical and community psychology. I started studying photography as a personal expression and as a research tool in the field of human relationships. After some years of experimentation in street photography and travel photography, in 2013 I started the study of documentary photography and visual anthropology at IRFOSS in Padua, continuing then the training course attending different workshops on photographic storytelling and social photography . Lately I have been involved in several projects in the field of social inquiries, with particular attention to the migration phenomenon in Italy and in Europe. I have particularly documented informal settlements along the migratory routes in Europe, producing reports in Calais, Athens, and Padua. I have published several online magazines such as: Positive Magazine, Witness Journal, SDN Socialdocumentary Network, Melting Pot Europe, The International Post. The "Women of Srebrenica" report was selected for the 2016 edition of the "Mediterranean: photographs between land and sea" in the section "Women's views on women in the Mediterranean", while the report on "La Casa dei diritti Don Gallo" has been selected in the "Reportage" section for the 2017 edition of the same review. My works have been exhibited in several Italian cities such as Turin, Rome, Naples, Udine, Bassano del Grappa, Padua, Milan.